Scuole superiori – Diamo i numeri…

Tra mille incertezze e preoccupazioni, settimana scorsa hanno riaperto le scuole. In questo articolo con due infografiche vi diamo qualche numero relativo ai ragazzi lainatesi.

Lunedì 14 settembre, dopo i mesi del lock-down per l’epidemia di Corona Virus, hanno riaperto le scuole superiori e i ragazzi, compresi quelli di Lainate, hanno ricominciato le lezioni.

Lezioni riprendono con i soliti problemi strutturali della scuola italiana, quali la carenza permanente di organico, quest’anno aggravati dalla necessità di mettere in atto misure straordinarie dovute alla pandemia in corso.

Nelle infografiche seguenti vengono presentate le scelte dei ragazzi lainatesi che si sono iscritti alle scuole superiori tra il 2017 e il 2019.

Non essendo presenti scuole superiori sul territorio comunale, i nostri ragazzi sono costretti a spostarsi nei comuni limitrofi. Ma vi siete mai chiesti quali sono le scuole preferite?

Di seguito proviamo a dare qualche risposta e qualche numero.

“Piano di attuazione per il Diritto allo Studio” come base per l’analisi

I dati si riferiscono ai ragazzi che per 3 anni (2016, 2017, 2018) hanno completato la classe terza media nei due istituti lainatesi. L’istituto Lamarmora e l’Istituto Cairoli.

Potete trovare i dati utilizzati nei “Piano di attuazione per il Diritto allo Studio” dell’amministrazione comunale ai link seguenti:

Il piano al Diritto allo Studio è il documento programmatico più importante dell’Amministrazione Comunale per quanto riguarda gli obiettivi strategici e gli interventi in materia di istruzione e politiche educative da attuare nel corso dell’anno scolastico.

La tabella con i dati delle scuole superiori frequentate dai nostri ragazzi è stata inserita, su proposta della commissaria Ombretta degli Incerti dopo ampia discussione in Commissione Cultura. Questa tabella avrebbe dovuto essere un primo passo dell’amministrazione per includere nel piano un’importante fenomeno da analizzare, ovvero la dispersione scolastica. Ad oggi non sono però stati inseriti interventi specifici sul tema nei piani approvati.

Il fenomeno dell’abbandono scolastico

Eppure l’abbandono scolastico è uno dei problemi più seri tra quelli che affliggono non solo il mondo della scuola, ma l’intera società italiana. I motivi per cui una ragazza o un ragazzo abbandona la scuola prima del diploma superiore possono essere diversi. Spesso incidono condizioni di marginalità sociale, che possono portare sia a una frequenza saltuaria, sia all’abbandono definitivo degli studi.

Come indicato in una ricerca effettuata dalla Fondazione Openpolis: “L’abbandono scolastico è un problema serio, al sud e non solo” in Italia il tasso è del 14%. In Lombardia al 12%, percentuale che possiamo assumere come valida indicativamente anche per Lainate.

Questo significa che dei 722 ragazzi indicati nella nostra infografica, probabilmente 87 non completeranno il loro ciclo di studi.

Come indicato nella ricerca stessa l’attuale indicatore usato per misurare il fenomeno non è adatto ad affrontarlo. I dati comunali non esistono, se non quelli risalenti al censimento. Nel contesto attuale, in cui il nostro paese sta cercando di raggiungere l’obiettivo europeo, possiamo fotografare la situazione comunale al 2011, ma non analizzare le più recenti evoluzioni sul territorio. Un limite enorme per comprendere davvero il fenomeno in un paese di profonde differenze territoriali, come l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.