Cittadini attivi per la rigenerazione di Via Falcone e Borsellino

Al via un progetto di riqualificazione dell’area lanciato da diverse associazioni del territorio con la collaborazione del Comune

La Giunta comunale ha approvato il progetto, presentato da un gruppo di associazioni e cittadini, per la riqualificazione dell’area ciclo-pedonale di Via Falcone e Borsellino a Barbaiana.

Il progetto si ispira ai principi dei gruppi spontanei di cittadini, che promuovono il decoro urbano, l’orgoglio civico, il volontariato, l’educazione e l’arte di strada. Nasce dalla collaborazione tra: Associazione Santa Virginia, Libera Arese e dintorni Presidio Giorgio Ambrosoli, Osservatori del Verde Lainate, Comitato Genitori W. Tobagi e Ape Operosa. Tra gli autori del progetto ci sono Marco Rimoldi, Alberto Albini, Gaia Baschirotto, Ivan Roncelli, Fabio Mariani, Cristiano Giudici e Davide Dominoni.

Il progetto, con una serie di interventi, distinti ma armonici, punta alla rigenerazione di una fondamentale arteria urbana di Barbaiana, la via Falcone e Borsellino. Questo tratto ciclopedonale corre infatti perpendicolare alle 3 principali arterie della frazione lainatese e costeggia il plesso scolastico di Via Cairoli. L’iniziativa punta a favorire un evoluzione del tratto tra via Roma e via Cairoli da luogo di passaggio a luogo di aggregazione in un contesto di bellezza urbana. Ognuno dei gruppi che ha aderito al progetto porterà un contributo in base alle finalità per le quali è nato e opera sul territorio.
Gli interventi di riqualificazione, sono iniziati in 27 di febbraio proseguiranno fino ad aprile. Se la pandemia da COVID 2019 lo permetterà, verranno calendarizzate anche diverse iniziative per coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini.

Qui di seguito è possibile scaricare il documento completo con tutte le attività del progetto.

Pulizia e sistemazione del verde

Il primo gruppo ad attivarsi è stato quello degli Osservatori del Verde, un gruppo di «cittadini attivi», la cui missione principale è tutelare gli spazi verdi della nostra città anche attraverso interventi di pulizia e manutenzione del verde. Il gruppo intende inoltre promuovere stili di vita compatibili con l’ambiente che ci circonda in particolare per quanto riguarda la mobilità.

Questo gruppo con il supporto di tutte le altre associazioni del progetti ha coordinato l’attività di pulizia dell’area. Sono stati raccolti diversi rifiuti abbandonati ed è stata effettuata la sistemazione del verde. L’attività si è svolta di sabato pomeriggio nei giorni 27 febbraio, 6 e 13 marzo.

Sono stati raccolti diversi sacchi di rifiuti, rifiuti che sono stati abbandonati in diverse zone della via, in particolare tra la vegetazione. Sono inoltre stati eliminati tutti i rovi secchi presenti lungo il canale. Si è provveduto in fine, grazie al contributo di Gesem, a sistemare alcune piante e a raccogliere tute le foglie secche.

Nella galleria alcune delle immagini scattate durante le 3 giornate:

L’Ape Operosa all’opera

L’associazione Ape Operosa si è invece attivata per la sistemazione della recinzione della scuola. Ha ripristinato alcune parti mancanti e ha effettuato una pulizia della recinzione. I lavori proseguiranno nei prossimi giorni con la sistemazione della cancellata.

Per rimanere aggiornati su tutte le prossime attività del progetto è possibile seguire la pagina Facebook:

PROSSIMO APPUNTAMENTO: GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE

Il prossimo appuntamento in programma sarà Sabato 20 marzo dalle ore 10.00 alle ore 12.00. In occasione della GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME INNOCENTI DELLE MAFIE verranno riposizionate le targhe con i nomi. A causa della zona rossa la manifestazione potrà essere seguita in diretta Facebook sulla pagina del progetto.

La via era stata originariamente intitolata a Falcone e Borsellino il 21 marzo 2018. Come tutti sappiamo a distanza di poco tempo le targhe realizzate dalla collaborazione tra la scuola Walter Tobagi e il presidio di Libera Arese sono state ripetutamente vandalizzate. Nonostante ciò, gli autori del progetto grazie al presidio di Libera vogliono pensare ancora più in grande e prenderci l’impegno e la responsabilità di continuare quanto iniziato.

Una serie di associazioni e entità  lainatesi: Libera, Acli, Coop, Bottega del Commercio equo e solidale ad inizio 2020 hanno organizzato la Cena della Legalità. Nel corso della serata sono stati raccolti fondi che hanno consentito di rifare le targhe che verranno posizionate sabato prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.