Giornata Verde a Barbaiana: 300 kg di spazzatura in 300 metri di ciclabile

Incredibile quantità di rifiuti raccolta nella centralissima Via Falcone e Borsellino a Barbaiana.

Sabato 14 settembre 2019 si è svolto il primo “Green Day” organizzato dall’associazione “Osservatori del nostro patrimonio verde di Lainate”, obiettivo della giornata la pulizia della via ciclo-pedonale “Falcone e Borsellino vittime innocenti della mafia” a Barbaiana. Alla giornata ha aderito anche il Comitato Genitori Walter Tobagi, la scuola confina proprio con il tratto di strada oggetto della pulizia. L’attività dei volontari è iniziata alle ore 14.00 e si è conclusa introno alle 17.00 con un aperitivo offerto dalle due associazioni.

Alla manifestazione hanno aderito una trentina di persone e diversi ragazzi delle scuole di Barbaiana. Con grande stupore, anche degli organizzatori, i volontari hanno recuperato una notevole quantità di rifiuti.

Il tratto che incrocia via Roma. Prima e Dopo.

 

Alcuni dei rifiuti raccolti dai volontari.

Conosciamo meglio l’associazione “Osservatori del nostro patrimonio verde di Lainate”

“È stata una giornata fantastica. Tempo bello Voglia di strafare, stare insieme. Noi cittadini di tutti i colori abbiamo strappato alla terra nostra amica 300 kili di spazzatura in 300 metri lineari di ciclabile. Un appunto per noi consumatori :90% plastica da imballaggio a edilizia. Riflettiamo su cosa compriamo e dove buttiamo. Un caloroso ringraziamento a tutti.” – Cristiano Giudici

 

 

Cristiano Giudici – uno dei fondatori dell’associazione

 

Obiettivo dell’associazione Osservatori del nostro patrimonio verde di Lainate è appunto quello di controllare, sul territorio di Lainate, Barbaiana, Grancia e Pagliera, le zone verdi, quelle campestri e ciclo-pedonali e, quando necessario, organizzare eventi per ripristinarle coll’aiuto dei cittadini che amano il verde.

Riflessioni conclusive…

In fine c’eravamo anche noi 😉

Il sottoscritto (ndr Marco Rimoldi) e Ivan Rocelli in qualità di membri della Commissione Comunale Ecologia e Ambiente (così come Cristiano Giudici) non potevamo mancare per dare pieno sostegno a questa bellissima iniziativa con un impegno in prima persona. Sempre presente anche Danilo Petrò che è stato Presidente del Consiglio dell’istituto Cairoli fino allo scorso anno quando Ivan Rocelli è stato eletto suo successore.

L’attività è stata occasione per discutere e riflettere con i cittadini e gli amici presenti, sulla necessità di un intervento di riqualificazione dell’area. Oltre alla grande quantità di rifiuti che vengono lasciati, la via è stata oggetto di diversi atti di vandalismo rivolti alle targhe in memoria delle vittime di mafia. Sarebbe pertanto bello realizzare un progetto di riqualificazione insieme agli studenti della scuola Walter Tobagi, ritengo che su questo argomento dovremo tornarci molto presto.Marco Rimoldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.