Chiuse Naviglio Pavese (#408)

Lungo il percorso del Naviglio Pavese ci sono ben quattordici chiuse. Le chiuse hanno lo scopo di far compiere al corso d’acqua il dislivello tra la Darsena e il Fiume Ticino.

La prima conca che si incontra è quella denominata Conchetta, che si trova all’altezza della via omonima, che compie un primo salto di circa due metri. Questa struttura permetteva alle imbarcazioni di superare questo dislivello. La cascatella che si forma in prossimità della conca è chiamata dai milanesi “il Niagara delle Pantegane”.

La chiusa successiva, la Conca Fallata, si trova all’altezza di quelle che un tempo erano le cartiere Binda. Il nome deriva dal fatto che i progettisti che la costruirono nel 1601 sbagliarono a calcolare le altezze, furono pertanto necessari costosi lavori di adeguamento per rendere l’opera funzionante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.