14. Lasciarsi stregare dalle grazie di Santa Maria delle Grazie

14. Let yourself being captivated by the grace of Santa Maria delle Grazie

Santa Maria delle Grazie potete raggiungerla da due direzioni. Se vi trovate in centro, basta percorrere Corso Magenta fino a quando la vedrete comparire in lontananza dopo che il corso “vien, quasi a un tratto, a restringersi”.
Se invece venite dalla fermata della metropolitana di Conciliazione, seguite via Giovanni Boccaccio e all’altezza di Via Fratelli Ruffini vedrete la facciata della basilica in lontananza.

You can reach “Santa Maria delle Grazie” from two directions. Coming from the downtown, just follow Corso Magenta until you will see it in distance.
If you come by underground from Conciliazione station, follow via Giovanni Boccaccio and at Via Fratelli Ruffini you will see the facade of the Basilica in the distance.

Il sagrato della chiesa, appena ristrutturato (2011), si trova in uno slargo molto delizioso su Corso Magenta. Sulla sinistra noterete anche l’ingresso per la visita al Cenacolo Vinciano.
L’autrice del libro consiglia la visita in una giornata di sole, così ho fatto anche se non è certo la situazione migliore per scattare fotografie. Ho comunque cercato di far risaltare il più possibile il bel rosso caldo del cotto lombardo.

The church square, newly renovated (2011), is a very delicious open space on Corso Magenta. On the left you will also notice the entrance to visit the Last Supper.
The authoress of the book suggest to visit the church in a sunny day, and this is what I did even if it is not the best light situation to take pictures. With the post-production work I tried to bring out as much as possible the beautiful warm red of Lombardy brick.

 

La chiesa a guardarla sembra divisa in due e in effetti una ragione c’è. Nel 1463 il duca di Milano Francesco I Sforza fece costruire un convento domenicano ed una chiesa nel luogo dove si trovava una piccola cappella dedicata a Santa Maria delle Grazie.
Ludovico il Moro più tardi decise di cambiare il chiostro grande e l’abside della chiesa. La costruzione fu terminata intorno al 1490. Il Moro aveva anche deciso di fare delle Grazie il luogo di sepoltura degli Sforza e nel 1497 vi venne sepolta la moglie Beatrice d’Este. Secondo una antica tradizione milanese Ludovico il Moro fece anche costruire un cunicolo collegante il castello, poi chiamato Sforzesco al convento. Sembrerebbe che i lavori siano stati affidati al Bramante, che però dovette interromperli quando nel 1499 Milano fu invasa dai francesi e quindi si smise di costruirla. La chiesa rimase quindi mezza rinascimentale e mezza gotica.

Looking at the church it seems divided in two and in fact there is a reason for this. In 1463 the Duke of Milan Francesco I Sforza ordered to build a Dominican convent and a church in the place where there was a small chapel dedicated to Santa Maria delle Grazie.
Later Ludovico il Moro decided to change the large cloister and the apse of the church. The construction was completed around 1490. “Il Moro” also decided to take the place as burial of the Sforza and in 1497 buried there in his wife Beatrice d’Este. According to an ancient tradition of Milan, Ludovico il Moro also built a tunnel connecting the castle, then called Sforzesco to the convent. It would seem that the work has been entrusted to Bramante, but had to stop working when Milan was invaded by the French in 1499. The church remain then half Gothic and half Renaissance.

La notte del 15 agosto 1943, i bombardieri anglo-americani colpirono la chiesa e il convento radendoli praticamente al suolo. Il lavori di restauro partirono subito dopo il conflitto e terminarono abbastanza velocemente, tanto che oggi non si direbbe, che sessant’anni fa questa chiesa fosse un ammasso di macerie.

On the night of August 15, 1943, the Anglo-American bombers struck the church and the convent razing them. The restoration work started immediately after the war and ended fairly quickly, so that today you would not think that sixty years ago this church was a pile of rubble.

L’interno della chiesa merita assolutamente una visita.
Dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Sabato e domenica dalle 7.15 alle 12.15 e dalle 15.30 alle 21.00.

The interior of the church definitely worth a visit.

From Monday to Friday:7:00am – 12:00am, 3:00pm – 7:00pm
Saturday-Sunday: 7:15am – 12:15pm, 3:30pm – 9:00pm

 

Percorrete tutta la chiesa passando dalla fresca penombra delle navate alla luminosità della cupola.

Walk across the church through the cool twilight of the aisles to the brightness of the dome.

Soffermatevi di fronte all’altare.
Sulla sinistra noterete una porticina, uscite e vi ritroverete in un chiostro a pianta quadrata, porticato con la possibilità di sedersi sui muretti tra le colonne.

Contemplate the altar.
On the left you will see a door, go out and you will find a square cloister, colonnade with the opportunity to sit on the walls between the columns.

  

Il chiostro ha un entrata anche sul retro della chiesa. Dal chiostro sarà possibile accedere alla Sacrestia del Bramante, nella quale, fino al 2015 sarà esposto il Codice Atlantico di Leonardo Da Vinci. The cloister has an entrance on the back of the church. From the cloister is also possible to access the Sacristy of Bramante, in which, until 2015 will be exposed to the Codex Atlanticus of Leonardo Da Vinci.

Il chiostro è detto Chiostro delle Rane, così chiamato per la fontana al centro adorna di quattro statue di rane, anch’esso è opera del Bramante. Questo sembra essere il posto perfetto per trovare un po’ di pace.

The cloister is said of the Frogs, so called for the fountain in the center adorned with four statues of frogs, also this is work of Bramante. This seems to be the perfect place to get a little of peace.

 

 

Immagini  © 2011 Rimoldi Marco L’intero album con le immagini di questo post è disponibile su Picasa Web Album.

Creative Commons License Alcune parti del testo derivano da una riproduzione o una modifica del testo delle rispettive voci di Wikipedia, pertanto l’intero testo è disponibile secondo la Licenza Creative Commons.
Pictures  © 2011 Rimoldi Marco The complete album is available on Picasa Web Album.

Creative Commons License Some parts of the text are a reproduction or a text editing from the respective Wikipedia article, so the entire text is available under the Creative Commons License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *